SCREEN

Layout

Cpanel

Deflusso Minimo Vitale



Uno dei temi di discussione più importanti per la gestione delle risorse idriche, soprattutto delle acque correnti, è quello della definizione del deflusso minimo vitale (DMV).
Pur non potedo essere considerato solamente un concetto strettamente fisico o matematico, dato che influenza in maniera determinante l'ecosistema fiume, l'Autorità di bacino del Po è giunta a formulare un'equazione per definire la minima quantità d'acqua che deve essere in alveo perchè il corso d'acqua possa sopravvivere.
Anche se tale equazione semplifica enormemente il complesso equilibrio biologico di un corso d'acqua, ha dalla sua la facilità dell'applicazione, l'economicità (non richiede lunghe e costose campagne di misurazioni sul campo) e permette di tener conto di diversi fattori importati come le precipitazioni, l'altitudine, la qualità ed il valore naturalistico del corso d'acqua fissando anche un minimo assoluto in relazione con la superficie del bacino pari a 1.6 litri al secondo per chilometro quadrato.

In un momento in cui le captazioni d'acqua sono eccessive e selvagge potrebbe essere già qualcosa. Si vuole ricordare anche che il DMV non corrisponde necessariamente al rilascio ma alla quantità che effettivamente scorre in alveo.



DMV = SB * R * P * A * Q * N

dove:  
SB = Superficie Bacino sotteso alla derivazione (kmq)
R = Rilascio specifico (rilascio minimo) (l/s*kmq)
P = Fattore in relazione con le precipitazioni medie annue nel bacino sotteso alla derivazione (mm H20)
A = Fattore in relazione con l'altitunine media bacino (s.l.m.)
Q = Fattore in relazione alla classe di qualità biologica (Indice Bentonico Esteso)
N = Fattore in relazione all'indice di naturalità

Qui di seguito riportiamo anche l'equanzione modificata nel piano di stralcio dall'Autorità di Bacino del Magra :


DMV = SB * R * P * A * Q * N * G * L + M
dove, oltre ai parametri dell'equazione definita dall'Autorità di bacino del Po, ne sono stati introdotti altri 3 :
dove :  
G = Geomofologia, un alveo piatto soffre maggiormante della mancanza d'acqua di uno scavato.
L = Lunghezza del tratto che risente della mancanza d'acqua.
M = Modulazione di portata, tale fattore è di carattere ecologico è stato inserito per reintrodurre la variazione di livello che influisce sulla popolazione del tratto.


Tabelle per il calcolo del DMV per il bacino del Magra

SUPERFICIE BACINO
Fattore SB (kmq) bacino sotteso alla derivazione

RILASCIO specificoFattore
R
(l/s*kmq) Rilascio specifico
1.6 Rilascio minimo
 
PRECIPITAZIONIFattore
PPrecipitazioni medie annue
nel bacino sotteso alla derivazione
(mm H20)
1.0 < 1200
1.2 1200-1400
1.4 1400-1600
1.6 1600-1800
1.8 > 1800
ALTITUDINEFattore
AAltitunine media bacino
(s.l.m.)
1.2 0-400
1.0 400-600
1.1 600-800
1.2 > 800
 
QUALITÀ del corso d'acquaFattore
QClasse qualità biologica
(IBE)
1.0 1 (non inquinato)
1.1 2 (legermente inquinato)
1.2 3 (inquinato)
1.3 4 (nettamente inquinato)
1.4 5 (fortemente inquinato)
NATURALITÀFattore
NIndice di naturalità
1.00 area antropizzata
fortemente compromesse
1.15 area antropizzata ma con
possibilità di naturalizzazione
1.30 area naturale/seminaturale
con evidenti segni antropici
1.45 area naturale/seminaturale
1.60 area naturale di grande pregio
 
GEOMORFOLOGICOFattore
GParametro legato al conformazione dell'alveo.
1 in tutti i casi (per il momento).
LUNGHEZZAFattore
LLunghezza del tratto che risente della mancanza d'acqua.
1 + ( D * 0.075) aumento del rilascio del 7.5% per ogni km di distanza in alveo (D) tra la presa e la restituzione delle acque derivate.
 
MODULZIONE di portataFattore
M Lunghezza del tratto che risente della mancanza d'acqua.
M = 0.1 * ( Qnaturale - DVMNon Modulato) 10% della differenza tra la portata naturale e il DMV senza modulazione.

Ma il DMV da solo non basta ! Visto che il calcolo del DMV deriva dal compromesso tra le necessità dell'ecosistema fiume e lo sfruttamento dello stesso da parte dell'uomo, il fiume ne esce impovertito. Al DMV bisogna associare altre norme che pongano un limite allo sfruttamento, individuino zone da preservare, impongano un'adeguemento all'esistente e facciano realizzare tute le rampe di risalita per i pesci necessarie.

Sei qui: Home Ecologia Ecosistemi Deflusso Minimo Vitale